Sign In
BORSA ITALIANA
EUR 17.996 +0.57 %
NYSE
USD 20.83 -0.10 %
Search
BORSA ITALIANA
EUR 17.996 +0.57 %
NYSE
USD 20.83 -0.10 %
Search

C'è la sportività e c'è il lusso: Maserati è la massima espressione di entrambi.

Stabilimenti

Mappa Stabilimenti Maserati

Curiosità

  • Tipo 26: la prima Maserati. La prima vettura interamente progettata e realizzata da Maserati, nell’inverno del 1926, è la Tipo 26 con motore sovralimentato. Ispirata alla vettura sportiva Diatto Grand Prix e ornata con il leggendario marchio del tridente, presentato per la prima volta, la Tipo 26 diede a Maserati la sua prima vittoria nel Chilometro Lanciato di Bologna, arrivando a una velocità di oltre 167 km/h.

  • La filosofia GranTurismo. La convinzione che esista una perfetta armonia tra potenza senza sforzo, comfort di viaggio e distintivo stile italiano, uniti all’audace spirito d’avventura che nasce in Italia prima della guerra: questa è la filosofia GranTurismo. Una filosofia che è stata la forza trainante dietro ogni Maserati dal lancio della A6 1500 nel 1947, la prima Maserati pensata per l’uso quotidiano anziché che per le competizioni, oggi icona del GranTurismo.

  • L’importanza di un nome. Non a caso, Maserati ha la consuetudine di trarre ispirazione dai venti per il nome delle sue vetture. Levante è un caldo vento mediterraneo che in un attimo può trasformarsi da lieve brezza a vento di burrasca, un simbolo della doppia anima di questo SUV. Ghibli è un vento desertico secco e torrido, un riferimento all’incredibile potenza e all’esotica bellezza della berlina sportiva. Entrambe le Maserati Karif e Khamsin prendono il nome da venti africani, mentre la Maserati Mistral (da Maestrale, un forte vento freddo che soffia da nord nella parte meridionale della Francia) crea l’illusione di una velocità che toglie il fiato.

  • Veloce abbastanza per Maserati. Una delle prime donne a gareggiare in un Gran Premio di Formula 1 fu Maria Teresa de Filippis, per il team Maserati, nel 1958. Nata a Napoli, Maria Teresa iniziò a competere quando i suoi fratelli scommisero che non sarebbe riuscita ad andare abbastanza veloce. Si qualificò alla partenza di tre Grand Premi per il team Maserati e ottenne il suo miglior risultato con il decimo posto al circuito Spa-Francorchamps in Belgio.

  • Un incidente diplomatico. Nel 1983 l’allora Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini visitò la storica fabbrica della Ferrari a Maranello. Naturalmente arrivò a bordo dell’auto presidenziale, l’elegante e raffinata Maserati Quattroporte. L’etichetta richiedeva che fosse Enzo Ferrari ad aprire la portiera per il Presidente, ma la rivalità tra le due case automobilistiche di Modena era tale da impedirgli persino di avvicinarsi alla vettura, così il buon Pertini dovette aprirsi la portiera da solo.

  • Ritorno a casa. Modena è la patria delle supercar, dove Maserati opera fianco a fianco con Lamborghini, Ferrari e Pagani. La città è famosa anche per il suo aceto balsamico, che può essere prodotto solo a Modena e Reggio Emilia, oltre che per i suoi ristoranti, tra i migliori al mondo. Maserati trasferì la sua sede da Bologna a Modena nel 1940. Il resto è storia.

  • Un oggetto speciale merita un trattamento speciale. Ogni vettura Maserati prodotta è soggetta a test di controllo qualità che ne verificano ogni aspetto, dall’integrità dell’impermeabilizzazione alle prestazioni su diverse superfici stradali. La vettura deve affrontare una prova su strada di 50 km in diverse condizioni, dalle strade di montagna alle autostrade alle strade di città. Dopo aver superato un’ulteriore serie di 24 controlli viene nuovamente esaminata con estrema cura da un ispettore indipendente, che poi la avvolge in un copri auto protettivo prima che la vettura arrivi all’importatore, al rivenditore e infine al cliente.


Fondata nel 1914 a Bologna, da sempre Maserati si distingue nel mondo delle vetture di lusso ad alte prestazioni per il suo fascino straordinario.

Con un DNA ispirato al racing, ogni modello offre una sintesi perfetta di eleganza e sportività, nel segno dell’inimitabile stile italiano e con il sound inconfondibile del motore Maserati a fare da colonna sonora.

Negli ultimi anni, grazie a un’ambiziosa strategia di espansione della gamma di prodotti nei segmenti dei SUV e delle berline di lusso, Maserati è stata protagonista di una crescita considerevole e ha dato avvio a una trasformazione significativa:

  • da casa automobilistica di nicchia a marchio di lusso internazionale, presente in oltre 60 mercati in tutto il mondo, con copertura totale del segmento del lusso;
  • da alcune migliaia di unità prodotte all’anno (6.200 nel 2012) a oltre quattro anni di crescita senza precedenti e un incremento delle vendite a livello globale, con oltre 42.000 unità vendute nel 2016;
  • da azienda con un business di nicchia al raggiungimento, nel 2016, del miglior risultato finanziario in oltre cent’anni di storia del marchio.

Oggi il leggendario Marchio del Tridente sta suscitando un interesse sempre maggiore grazie a una gamma prodotto che si colloca ai vertici della categoria e si sta affermando come il nuovo punto di riferimento per design, prestazioni e sicurezza, uniti a manovrabilità e comfort eccezionali.

Gamma prodotti

PRODOTTI GLOBALI

Levante
Grancabrio
Ghibli
QuattroPorte
GranTurismo

Social ne​twork​​

Cerca Maserati nel tuo paese