Sign In
BORSA ITALIANA
15.05 EUR +3.94 %
NYSE
17.95 USD +3.34 %
Search
BORSA ITALIANA
15.05 EUR +3.94 %
NYSE
17.95 USD +3.34 %
Search

Pernambuco, cambiamento e opportunità

Racconti di Sostenibilità

Fin dal suo insediamento in Brasile con il primo stabilimento a Betim nel 1976, FCA si è impegnata, insieme alle autorità locali e con la collaborazione di alcune organizzazioni non governative, nella realizzazione di iniziative volte allo sviluppo e alla valorizzazione della comunità. Dal 2012 FCA è impegnata a costruire a Pernambuco il più grande, tecnologicamente avanzato e sostenibile stabilimento del Gruppo.​​

Scopri il progetto

Un modello educativo integrato

Con l’obiettivo di valorizzare la cultura e le tradizioni della comunità che risiede nell’area di Pernambuco, FCA ha investito più di un milione di euro in tre anni per supportare iniziative in collaborazione con alcune organizzazioni non governative.

Tra queste vi sono le attività delle associazioni no profit ICE (Istituto de Co-responsabilidade pela Educação – Istituto di Co-responsabilità per l’Educazione) e IQE (Istituto Qualidade no Ensino – Istituto Qualità dell’Insegnamento) che lavorano in stretta sinergia per migliorare l’offerta formativa delle scuole pubbliche creando una rete di collaborazione tra aziende private e governi statali e locali.


 

L’ICE è responsabile per la formazione del Dipartimento dell’istruzione nonché del nuovo programma educativo proposto che è approvato dal Ministero della Pubblica Istruzione del Brasile. Il programma è stato adottato con successo da 700 scuole situate in 7 stati del Brasile. L’IQE ha come obiettivo la formazione dei docenti.

 

Il progetto, che coinvolge attivamente i governi locali, consiste nell’aumentare l’offerta formativa rivolta ai ragazzi inserendo nell’iter scolastico nuove materie di studio, aumentando l’orario a tempo pieno e supportando la scuola con la formazione dei docenti.

Questi ultimi sono affiancati dall’ICE e dall’IQE che, con il Ministro dell’Istruzione di Igarassu, definisce un piano d’azione con obiettivi e risultati da raggiungere nel corso di 3 anni. Ad esempio, nel caso della scuola a tempo pieno, vengono svolti test di apprendimento i cui risultati devono essere migliori rispetto a quelli raggiunti dalle scuole che ancora non adottano questo modello di studio.



Gli insegnanti hanno l’obiettivo di condurre i ragazzi in un percorso volto a promuovere la maturazione dell’identità personale e relazionale, oltre a quello di incoraggiarli a partecipare a eventi culturali esterni come le Olimpiadi di matematica, scienza e altri. Tutto questo per ridurre il numero di studenti che lasciano la scuola prima di completare i loro studi.

A Igarassu, uno dei comuni dello Stato di Pernambuco, ad esempio, il programma è partito a giugno 2014, coinvolgendo 44 scuole e circa 7.000 studenti dal terzo al nono anno della scuola primaria. Saranno formati circa 700 insegnanti nel corso di tre anni, alla fine dei quali si prevede che il nuovo modello formativo sarà pienamente operativo, con l’obiettivo di adottarlo in tutte le scuole del comune a partire dall’anno scolastico 2015-2016.

Corredo scuola

​​​FCA investe anche nella formazione dei figli dei dipendenti con incentivi allo studio che possono essere un aiuto per il bilancio familiare. All’inizio dell’anno scolastico vengono consegnati circa 15.000 corredi di materiale per la scuola a tutti i figli dei dipendenti delle sue sedi in Brasile di età compresa fra i 6 e i 14 anni.​




Il Programma Nutrizione e Salute

FCA, Official Global Partner di Expo Milano 2015, è da sempre attenta a diffondere tra i suoi dipendenti una cultura della sana alimentazione e del benessere psicofisico.

Il programma di Nutrizione e Salute (Programa Nutrição e Saúde), realizzato in collaborazione con la Fondazione Fiat presso lo stabilimento Jeep in Pernambuco, nasce per offrire una reale opportunità per tutti i dipendenti di ripensare alle proprie abitudini alimentari e al modo in cui queste influenzano la qualità della vita di ciascuno.

Iniziato nel 2014, terminerà a giugno 2015 e si pone come obiettivo il raggiungimento di 400 dipendenti.

 

Il programma consiste in uno screening della persona, effettuato da un team di nutrizionisti che, con una consulenza individuale della durata di 50 minuti, delinea un piano personalizzato di assistenza e linee guida da seguire per un percorso alimentare bilanciato.

La sensibilizzazione verso questa tematica mira non solo a contribuire al controllo del peso e alla prevenzione di alcune malattie, ma anche alla diffusione di una cultura alimentare presso le famiglie dei dipendenti che aderiscono al programma.

Nei ristoranti aziendali dello stabilimento vengono distribuiti menù studiati in modo da modulare la varietà delle pietanze nell’ottica di promuovere una dieta bilanciata.

Marzo 2015