Sign In
BORSA ITALIANA
EUR 16.802 +1.01 %
NYSE
USD 19.67 +1.24 %
Search
BORSA ITALIANA
EUR 16.802 +1.01 %
NYSE
USD 19.67 +1.24 %
Search

Jeep® lancia la nuova Grand Commander


Approfondisci

  • Jeep® lancia la nuova Grand Commander


La nuova stella nel mercato dei SUV medi in Cina

10 maggio 2018 – La nuovissima Jeep® Grand Commander, al debutto nel segmento dei SUV medi in Cina, è stata presentata recentemente ad Auto China 2018. Progettata al preciso scopo di soddisfare le esigenze di guida, in continua evoluzione, della crescente classe media urbana cinese, la Jeep Grand Commander è un SUV premium da sette posti che verrà prodotto presso lo stabilimento GAC-FCA di Changsha.


Gli interni del veicolo sono ispirati alle cabine di business class, massimizzando l’uso dello spazio per fornire comfort a un massimo di sette occupanti, oltre a un’esecuzione precisa e un’esperienza high-tech.

Le caratteristiche principali includono aria condizionata a tre zone separate, di serie su tutti i modelli. Il sistema Uconnect, disponibile con due grandi touch-screen (rispettivamente da 8.4 e 7 pollici), offre una connessione diretta per quasi ogni dispositivo mobile, mediante Apple Car-Play e Baidu Car-Life. La Grand Commander offre inoltre sedili anteriori riscaldati e raffreddati che presentano una regolazione elettrica a 12 posizioni e sedili riscaldati in seconda fila. Un impianto audio Harman Kardon® con la qualità di una sala da concerti e dotato della tecnologia Active Noise Cancelling (ANC) completa il pacchetto audio.

Design in stile urbano

La nuova Jeep Grand Commander è frutto di una collaborazione tra gli studi di design Jeep di Auburn Hills (Stati Uniti) e Shanghai (Cina). Il team di progettisti si è ispirato all’architettura dei quartieri finanziari di tutto il mondo per realizzare un design degli esterni in grado di proiettare un’immagine “high-tech” con presenza dinamica, capace di catturare l’attenzione e di garantire un’entrata in grande stile.

Il modello presenta l’inconfondibile griglia a sette feritoie del marchio Jeep. Un’elegante griglia multistrato ad anello sfrutta le finiture in platino cromato e grigio metallizzato per contrastare la protezione a griglia nera. I fari anteriori a LED catarifrangenti, che forniscono un’illuminazione premium, sono di serie su tutti i modelli, così come i fari posteriori a LED contornati da decorazioni in platino cromato.
Gli ampi finestrini laterali e il tetto panoramico con doppi vetri lasciano entrare la luce naturale all’interno del veicolo e amplificano la sensazione di spazio.

Il parabrezza inclinato completa il look urbano della vettura e al contempo riduce i consumi migliorando l’aerodinamica. La parte posteriore dal design robusto offre ampio spazio ai passeggeri della terza fila senza sacrificare il vano bagagli.  La terza fila offre una visibilità e un comfort leader nella propria classe, grazie a un’ampia apertura laterale in vetro, al pavimento piano, ai sedili reclinabili di 37 gradi e alla migliore funzionalità di ingresso/uscita della propria classe.

Gli interni della Grand Commander riflettono il vero DNA Jeep, unito a elementi di design realizzati con cura per soddisfare le richieste di stile del mercato cinese. Il quadro strumenti superiore e inferiore è suddiviso da una sezione centrale con dettagli in vero legno e metallo, disposti sopra al rivestimento premium morbido e integrati con cuciture a rilievo. La combinazione dà vita a interni raffinati sia per il conducente sia per i passeggeri.

Efficienza e funzionalità

La Jeep Grand Commander offre un motopropulsore potente ed efficiente, con un motore turbo da 2,0 litri e una trasmissione automatica a 9 marce. Il sistema a trazione integrale affidabile e dai consumi ridotti sfrutta la tecnologia Selec-Terrain di Jeep, in questo modo il guidatore può sentirsi sicuro in ogni condizione di guida e, grazie alla tecnologia di consumo intelligente, il sistema è in grado di eguagliare le prestazioni di una trazione a due ruote motrici nella guida in città.

La Jeep Grand Commander sarà disponibile presso i concessionari cinesi da metà 2018.